Crea sito

Moltedo

  • Relazione dell'ingegnere sui lavatoi- parte prima
  • Relazione dell'ingegnere-parte seconda

Sui due lavatoi di Moltedo l'Archivio Comunale ci fornisce qualche indicazione. Essi risalgono al periodo fascista, precisamente al 1941, secondo quanto riportato dalla Delibera del podestà datata 11 dicembre 1941 e dalla relazione tecnica dell'ingegnere civico del 15 maggio dello stesso anno (sopra riportate). In precedenza non sembrano essere esistiti lavatoi pubblici, perlomeno oggi non sono più rintracciabili.

Come spiega il progettista l'idea iniziale era di fare un lavatoio unico per le due borgate, quella superiore e quella inferiore. Tuttavia la distanza e il dislivello erano tali da sconsigliare questa scelta, anzi realizzandone due più piccoli si poteva fare economia in quanto si sarebbero collocati vicino alle tubazioni dell'acquedotto e agli scarichi. Entrambi inoltre sarebbero stati fatti con vasche separate destinate al lavaggio e al risciacquo. Il costo totale delle opere ammontava a 13.000£, comprensive di tubazioni e imprevisti .

Lavatoio di piazza della Chiesa (Moltedo inferiore)

Si trova nel piazzale adiacente la chiesa ed è costituito da quattro vasche in cemento, senza alcuna rifinitura particolare. La copertura è in eternit e recentemente è stato ristrutturato ponendo anche una ruota da mulino nello stesso angolo di piazza. Tuttavia la situazione precedentemente era assai meno favorevole: nel 1993 un'insolita attenzione per la città da parte del quotidiano "La Stampa" fa emergere che la tettoia di questo lavatoio stava per crollare. Fortunatamente la storia successiva ha deciso diversamente che per le altre frazioni...

Lavatoio di via Cavour (Moltedo Superiore)

Questo secondo lavatoio sembra avere meglio conservato la struttura originaria come prevista nel 1941, con tettoia in tegole piane e vasche alternate per risciacquo e lavaggio. In buono stato di conservazione, negli ultimi anni è stato oggetto di un restauro completo.